Roma, Franceschini sigla l’accordo Colosseo-Museo della Shoah

Progetti di ricerca condivisi, scambio di professionalità e strategie di comunicazione digitale finalizzate alla conoscenza della storia dell’Ebraismo, a partire dalla distruzione di Gerusalemme ad opera di Tito, nel 70 dopo Cristo. Il Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah di Ferrara (Meis) e il Parco archeologico del Colosseo stringono un sodalizio culturale all’insegna della «volontà di collaborare ad attività di valorizzazione scientifica e promozione dei loro patrimoni».

Arco di Tito, Templum Pacis, Colosseo
Siglato lunedì nella Curia Iulia al Foro romano alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, che a Ferrara è nato nel 1958, l’accordo mira a «favorire e promuovere- si legge nel documento- un comune programma di fruizione e valorizzazione, a partire dall’individuazione e sviluppo di alcuni temi specifici: l’Arco di Tito, con la sua testimonianza dell’arrivo degli ebrei a Roma schiavizzati da Tito; il tesoro del Tempio di Gerusalemme, il Templum Pacis, costruito dai Flavi per esporre quel tesoro; il Colosseo, edificato anche grazie al bottino portato da Gerusalemme, come confermato dall’iscrizione».

«Due luoghi aperti e inclusivi»
«Il protocollo e’ stato fortemente voluto dal ministro Franceschini e anche il Parco archeologico del Colosseo si pone come obiettivo che le due istituzioni diventino sempre più luoghi in dialogo con i cittadini, aperti e inclusivi. Un laboratorio di idee e riflessioni che stimoli il dibattito sull’Ebraismo e mostri il valore del confronto tra culture diverse» ha sottolineato il direttore del Parco, Alfonsina Russo.

«Impegno formale per recuperare 25 milioni di euro»
Alla Curia Iulia presenti anche Simonetta Della Seta, direttore del Meis, che ha annunciato l’avvio in questa settimana della costruzione dei nuovi edifici del museo, e Fausto Zevi, che ha tenuto una lectio dedicata agli ebrei nell’antica Roma. Franceschini ha annunciato «l’impegno formale di recuperare i 25 milioni di euro che servono per il completamento del Meis».

Altri contenuti

Viaggio alla scoperta del Piemonte ebraico

Viaggio alla scoperta del Piemonte ebraico

Il MEIS vi invita ad un viaggio esclusivo alla scoperta della cucina e dei luoghi ebraici. Un itinerario inedito per visitare le meraviglie d’Italia sotto una nuova prospettiva. Quest’anno il viaggio è attraverso il Piemonte ebraico: un percorso che toccherà Torino, Carmagnola, Saluzzo, Mondovì e Casale Monferrato. PROGRAMMA MARTEDI’ 21 MAGGIO 2024 11.00: Punto di […]
9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

Sabato 9 marzo alle 11.30 in occasione della Giornata Internazionale della Donna vi aspettiamo al museo (via Piangipane, 81) per la visita guidata tematica “Le donne del MEIS”.  A partire dal Medioevo, vi racconteremo una selezione di storie al femminile che si celano negli ambienti del museo più inaspettati : dalla dottoressa siciliana del 1300 Virdimura alla partigiana Matilde Bassani (che venne incarcerata proprio nell’allora […]
6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

In concomitanza con la Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo alle 17.30 al bookshop del MEIS (via Piangipane 81) si terrà l’incontro “Aggiustare il mondo/Tikkun Olam. Tre storie di Giusti tra le Nazioni”. A partire dal concetto ebraico del Tikkun Olam – che richiama alla missione di perfezionamento e di riparazione del mondo a cui sono chiamati le donne e […]
15 febbraio 2024, evento online

15 febbraio 2024, evento online

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi storie e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]
13 febbraio – Evento al MEISHOP

13 febbraio – Evento al MEISHOP

“Tre cose non hanno limiti: la preghiera, la giustizia e lo studio” è scritto nel Talmud. L’educazione oggi è ancora lo strumento principale di crescita personale e di uguaglianza sociale? Qual è l’approccio ebraico alla formazione dei cittadini? Il progetto dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in collaborazione con il MEIS, dedicato all’Articolo 3 della Costituzione Italiana, […]