Periferie, entro settembre le progettazioni definitive

di FRANCESCO ZUPPIROLI

IL PIANO di fattibilità per riqualificare l’area urbana compresa fra la Darsena, l’ex Mof e il Meis prende forma e quattro dei dieci lotti in cui intervenire sono già stati assegnati. L’obiettivo è quello di migliorare le condizioni urbanistiche della porzione di territorio extra murario prescelto per mezzo di azioni che variano dalle demolizioni di edifici e bonifiche di territorio, alla riqualificazione degli spazi pubblici e miglioramento delle reti infrastrutturali nonché dei sottoservizi di zona. «Interventi aggiuntivi a quelli già previsti – informa il sindaco Tagliani –. Un’azione straordinaria che non sarebbe stata altrimenti possibile senza i 18 milioni di euro di finanziamento su cui Ferrara può contare in seguito al piano nazionale per la riqualificazione urbana delle periferie». «Delle dieci procedure previste – ha poi aggiunto l’assessore Aldo Modonesi – quattro sono già state aggiudicate, due gare sono in fase di valutazione

e altre quattro ancora da aprire. Il termine ultimo per la realizzazione del piano è il 31 dicembre 2021». La soluzione delle gare d’appalto dà all’amministrazione comunale la possibilità di selezionare i progetti migliori fra quelli proposti «in modo da essere sicuri di conferire all’area urbana il miglior aspetto possibile» ha detto l’assessore all’urbanistica Roberta Fusari. Gli interventi proposti e la suddivisione per lotti funzionali è avvenuta «in tempi record, per allinearsi all’erogazione dei fondi da parte dello Stato – afferma il primo cittadino – e saranno fruibili autonomamente». Fra le azioni già assegnate compare la demolizione degli edifici irrecuperabili in zona ex Mof e via Darsena, la progettazione di un’area verde in corrispondenza della porzione di territorio denominata ex Camilli, la riqualificazione dei percorsi ciclo-pedonali che conducono dal Meis verso il centro storico e il quartiere ebraico e la progettazione di percorsi turistico-commerciali nell’area che gravita attorno al Mazza e alla stazione. «Questa occasione di ridisegnare tutta la zona stadio –
continua Tiziano Tagliani – dovrà integrarsi ai lavori previsti per l’ampliamento della curva est, così come la riqualificazione della Darsena s’inserirà nel più ampio progetto di cooperazione con la Regione per evitare sedimentazioni sabbiose che possano compromettere le vie idriche nel fiume».

LA PIANIFICAZIONE territoriale prevede inoltre l’apertura di un varco nelle mura in corrispondenza della porta del Meis e la copertura verde pensile del parcheggio ex Pisa. Progetti più costosi invece, e perciò ancora in fase di assegnazione, sono quelli riguardanti la riqualificazione di via Darsena, per renderla una migliore dorsale urbana anche in termini di viabilità e sicurezza, e la costruzione di un parcheggio multipiano in zona ex Mof. «Interventi che rispettivamente costeranno quasi quattro e cinque milioni di euro» ha chiosato Roberta Fusari.

Altri contenuti

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

Sabato 9 marzo alle 11.30 in occasione della Giornata Internazionale della Donna vi aspettiamo al museo (via Piangipane, 81) per la visita guidata tematica “Le donne del MEIS”.  A partire dal Medioevo, vi racconteremo una selezione di storie al femminile che si celano negli ambienti del museo più inaspettati : dalla dottoressa siciliana del 1300 Virdimura alla partigiana Matilde Bassani (che venne incarcerata proprio nell’allora […]
6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

In concomitanza con la Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo alle 17.30 al bookshop del MEIS (via Piangipane 81) si terrà l’incontro “Aggiustare il mondo/Tikkun Olam. Tre storie di Giusti tra le Nazioni”. A partire dal concetto ebraico del Tikkun Olam – che richiama alla missione di perfezionamento e di riparazione del mondo a cui sono chiamati le donne e […]
15 febbraio 2024, evento online

15 febbraio 2024, evento online

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi storie e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]
13 febbraio – Evento al MEISHOP

13 febbraio – Evento al MEISHOP

“Tre cose non hanno limiti: la preghiera, la giustizia e lo studio” è scritto nel Talmud. L’educazione oggi è ancora lo strumento principale di crescita personale e di uguaglianza sociale? Qual è l’approccio ebraico alla formazione dei cittadini? Il progetto dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in collaborazione con il MEIS, dedicato all’Articolo 3 della Costituzione Italiana, […]
6 febbraio – Evento a Torino

6 febbraio – Evento a Torino

“Case di vita” continua a viaggiare per l’Italia. Dopo Roma, Venezia, Firenze e Milano, il volume del catalogo curato da Andrea Morpurgo e Amedeo Spagnoletto  e dedicato all’evoluzione nel tempo e dello spazio delle sinagoghe e dei cimiteri italiani, verrà presentato a Torino il 6 febbraio alle 17 presso la Biblioteca Centrale di Ingegneria (Corso Duca degli Abruzzi, 24) […]