Vai al contenuto della pagina

Rassegna stampa completa

il manifesto 13/06/2020

«Non siamo una cattedrale nel deserto, raccontiamo un sistema di valori»

​​«È​ difficile tracciare un programma, è possibile individuare solo delle linee», si schernisce Amedeo Spagnoletto nuovo direttore del Meis - Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara - che ha come orizzonte la ripresa delle attività dopo il Covid (in qualità di ex membro del comitato scientifico, Spagnoletto conosce bene il Meis).

pagine ebraiche 24 07/06/2020

Meis, l’ultimo giorno di Della Seta “Questa esperienza sempre con me”

​“Il Meis siete tutti voi. Grazie per quattro straordinari anni trascorsi insieme”. Sono le parole con cui direttore uscente del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara Simonetta Della Seta ha voluto salutare i suoi più stretti collaboratori, venerdì scorso, nell’ultimo giorno del suo mandato.

jpost.com 07/06/2020

A rabbi and scribe: Meet the new director of the Italian Jewish Museum

​By Rossella Rachel Tercatin Amedeo Spagnoletto, a rabbi and sofer (a Jewish ritual scribe) has been appointed as the new director of the National Museum of Italian Judaism and the Shoah (MEIS), the museum announced on Thursday.

CORRIERE DI BOLOGNA 05/06/2020

​Spagnoletto dirigerà il Museo dell'Ebraismo italiano Ferrara, arrivano nuovi vertici per il Meis e il Teatro Comunale

​Aria di cambiamenti nelle istituzioni culturali di Ferrara, con nuovi direttori per il Meis e il Teatro Comunale.​ Al Museo dell'Ebraismo italiano e della Shoah al posto di Simonetta Della Scala, destinata ad assumere un nuovo incarico allo Yad Vashem, arriva il 52enne romano Amedeo Spagnoletto, già nel comitato scientifico del museo. Laureato in Scienze Politiche alla Sapienza, è stato Rabbino capo della Comunità ebraica di Firenze. Al Teatro Comunale "Claudio Abbado" di Ferrara come direttore artistico arriva invece un bolognese, seppur d'adozione, come Marcello Corvino, in passato già nel cda del Teatro Comunale di Bologna.​​

il Resto del Carlino 05/06/2020

«Spagnoletto, scriba della contemporaneità»

​ ​di Vittorio Robiati Bendaud Barukh habà, Yedidiah, Benvenuto, Amedeo! Ho appreso con entusiasmo e felice sorpresa della nomina di Amedeo Spagnoletto a direttore del MEIS.

05/06/2020

L'ex rabbino capo di Firenze Spagnoletto diventa direttore del Meis

L'ex rabbino capo di Firenze Amedeo Spagnoletto è il nuovo direttore del Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah - Meis. Incarico che ricoprirà per i prossimi quattro anni. Romano, 52 anni, docente di Paleografia ebraica e studioso in molti campi umanistici, prende il posto dell'ex direttore Simonetta Della Seta che andrà a lavorare allo Yad Vashem, l'ente nazionale per la Memoria della Shoah di Gerusalemme. Spagnoletto è stato scelto con voto unanime perché «studioso di riconosciuta autorevolezza a livello internazionale nel campo della storia, della cultura e dei beni culturali ebraici», ha detto il presidente Dario Disegni.

la Repubblica 05/06/2020

Spagnoletto nuovo direttore del Meis

​Cambio della guardia alla guida del Meis di Ferrara. Il comitato scientifico del Museo dell'ebraismo italiano e della Shoah ha infatti scelto Amedeo Spagnoletto come nuovo direttore al posto di Simonetta Della Seta che lascia Ferrara per Gerusalemme, chiamata nel nuovo ruolo di direttore del Dipartimento Europa dello Yad Vashem (il memoriale delle vittime della Shoah).

SHALOM.IT 04/06/2020

RAV AMEDEO SPAGNOLETTO NUOVO DIRETTORE MUSEO EBRAICO DI FERRARA

Il Consiglio di Amministrazione del Museo Ebraico di Ferrara ha approvato, all’unanimità, la nomina del rabbino Amedeo Spagnoletto, romano, 52 anni, quale nuovo direttore. Spagnoletto, già membro del Comitato scientifico del Meis, ricoprirà l’incarico per i prossimi quattro anni succedendo a Simonetta Della Seta.

Artribune 04/06/2020

Amedeo Spagnoletto nuovo direttore del Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

​​di Desirée Maida​​ Amedeo Spagnoletto è il nuovo direttore del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah–MEIS di Ferrara.

IL GIORNALE DELL'ARTE.COM 04/06/2020

Giorno per giorno nell'arte

Meis: il nuovo direttore è Amedeo Spagnoletto. È Amedeo Spagnoletto, romano, 52 anni, il nuovo direttore del Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah. Spagnoletto, già membro del Comitato scientifico del Meis, ricoprirà l'incarico per i prossimi quattro anni succedendo al direttore Simonetta Della Seta

BET MAGAZINE MOSAICO 04/06/2020

«Lascio il Museo in pieno sviluppo e con una missione: raccontare 2500 anni storia degli ebrei in Italia»

di Ilaria Ester Ramazzotti Simonetta Della Seta, dal Meis a Yad Vashem. La direttrice del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah è stata chiamata a un prestigioso incarico: guidare il Dipartimento Europa dello Yad Vashem di Gerusalemme. Qui traccia un bilancio dei suoi quattro anni (felici) a Ferrara, dove ha appena preso il suo posto Amedeo Spagnoletto Si sarebbe dovuta inaugurare lo scorso 3 aprile la terza grande mostra del Meis, intitolata “Dentro e fuori. Oltre il ghetto”, prorogata al 5 marzo 2021 a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus. Ce ne parla Simonetta della Seta, direttore uscente del Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah di Ferrara, che abbiamo sentito a proposito del suo quadriennio alla guida del Meis. Il prossimo settembre partirà per Gerusalemme, dove sarà direttore del dipartimento Europa dello Yad Vashem. L’avvicendamento col nuovo direttore del Meis Amedeo Spagnoletto, nominato il 3 giugno, avviene in questi giorni. «Sono giunta al Meis nel giugno del 2016, quando esisteva solo la Fondazione Meis – ricorda -. Era stata restaurata la palazzina, c’erano due uffici, una segretaria e un’altra persona part time. Il museo esisteva legalmente insieme alla fondazione, ma il vero e proprio Meis ancora no. La grande sfida è stata di realizzare e aprire al pubblico un vero grande museo. Il progetto complessivo prevede anche il restauro di due edifici dell’ex carcere di Ferrara, oltre ai cinque edifici che corrispondono simbolicamente ai cinque libri della Torah. Siamo a metà della costruzione, però abbiamo quasi completato il percorso espositivo permanente. Sono stati quattro anni faticosissimi ma bellissimi – sottolinea –. Mi sono occupata di tutto ciò che attiene alla vita e alla funzionalità del museo, dai bilanci ai regolamenti, dal personale all’apertura del bookshop».

04/06/2020

Italy: Rabbi Amedeo Spagnoletto named new director of MEIS – National Museum of Italian Judaism and the Shoah

​by Jewish Heritage Europe A scholarly rabbi from Rome is the new director of Italy’s state-run National Museum of Italian Judaism and the Shoah (MEIS). The museum’s board unanimously chose Rabbi Amedeo Spagnoletto, 52, for a four-year term, replacing Simonetta Della Seta, who is moving to Jerusalem where she will direct the Europe Department of Yad Vashem.

estense.com 04/06/2020

Il Meis ha un nuovo direttore: Amedeo Spagnoletto

Il successore di Simonetta Della Seta nel ruolo di direttore del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah è Amedeo Spagnoletto, romano, 52 anni, già membro del Comitato scientifico del Meis.

il Resto del Carlino 04/06/2020

Meis, il rabbino Spagnoletto nuovo direttore

​ È Amedeo Spagnoletto, romano, 52 anni, il nuovo direttore del Museo nazionale dell'ebraismo italiano e della Shoah. Spagnoletto, già membro del Comitato scientifico del Meis, ricoprirà l'incarico per i prossimi quattro anni succedendo al direttore Simonetta Della Seta. Laureato in Scienze Politiche (indirizzo storico) all'Università La Sapienza di Roma, Spagnoletto ha conseguito con il massimo dei voti la laurea rabbinica presso il Collegio Rabbinico di Roma e ha il diploma di Sofer (lo scriba rituale e restauratore di testi ebraici) dell'Istituto Zemach Zedeq di Gerusalemme.

pagine ebraiche 24 04/06/2020

Meis, rav Spagnoletto alla direzione “Valorizzerò i tesori dell’Italia ebraica”

“Chi mi conosce sa bene come tratto distintivo della mia azione, anche quando ho svolto l’attività rabbinica, sia la pratica dell’insegnamento, la lezione, la divulgazione. Pur consapevole che ci saranno anche altri ambiti in cui sarò chiamato a dover intervenire, è qualcosa di fondamentale che cercherò di trasmettere anche in questo nuovo incarico”.

Questo sito usa i cookie per fornire parte dei suoi servizi, per maggiori informazioni sui cookie clicca qui, continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.