Vai al contenuto della pagina

Tutte le news

06/08/2020

Muoviti, Esplora, Insieme, Sogna: inizia il campo estivo del MEIS

Muoviti, Esplora, Inventa, Sogna! Sono riaperte le iscrizioni per i campi estivi del MEIS dedicati ai bambini dai 6 ai 10 anni che si terranno da lunedì 31 agosto a venerdì 4 settembre e da lunedì 7 settembre a venerdì 11 settembre, dalle 9 alle 17. Due settimane in cui giocare insieme, finire i compiti delle vacanze, scoprire i segreti del museo, far crescere nuove piantine nel Giardino delle domande e coltivare la creatività.

04/08/2020

Bando borse di studio per tesi di laurea in ricordo di Grazia Di Veroli

L’UCEI – Unione delle Comunità ebraiche Italiane e l’ANED – Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti, bandiscono un concorso per l’assegnazione di n. 5 borse premio dell’importo di € 1000, a laureati in Italia per tesi di laurea triennali o magistrali discusse negli anni 2018/2019/2020 e che trattino le tematiche dell’occupazione nazifascista, della resistenza e delle deportazioni.

29/07/2020

9 di av - I semi della rinascita

Giovedì 30 luglio cade il 9 di av, il giorno di lutto per eccellenza nel calendario ebraico. Anticipato dalle tre settimane, dette “di ristrettezze” che cominciano dal 17 di tammuz, giorno in cui si ricorda la breccia aperta dai nemici contro la città di Gerusalemme, questo periodo è contraddistinto da un crescere di mestizia fino a raggiungere l’apice in corrispondenza della commemorazione della distruzione del primo e secondo tempio ad opera dei babilonesi nel 586 aev e dei romani nel 70 ev.

27/07/2020

Il sondaggio di Cultural Philanthropy

Il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah vi propone un sondaggio, compilabile in maniera completamente anonima, condotto da Cultural Philanthropy Ltd in coordinamento con il Centro di Studi Filantropici dell'University of Kent (UK).

03/07/2020

Riapre la mostra permanente “Ebrei, una storia italiana”

​ Da venerdì 3 luglio il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah riapre al pubblico la mostra permanente “Ebrei, una storia italiana”, con una tariffa speciale e in omaggio a tutti i visitatori che acquisteranno il biglietto un volume.

categoria 1 18/06/2020

BANDO PER LA BORSA DI STUDIO “MAURIZIO E CLOTILDE PONTECORVO”

Il MEIS bandisce una selezione per il conferimento di una borsa di studio biennale sul tema “Le donne nella storia, nella cultura e nella educazione degli ebrei d’Italia”. Termine ultimo per la presentazione della domanda: 29 Maggio 2020 ore 13.00

11/06/2020

We Are Here

Il 19 aprile del 1943 iniziò la rivolta del ghetto di Varsavia, uno degli episodi più straordinari della Seconda guerra mondiale, che vide gli ebrei concentrati nello spazio asfissiante della capitale polacca reagire contro l’oppressione nazista e lottare per la libertà. Per celebrarla, il Museum of Jewish Heritage di New York, in collaborazione con 135 istituzioni culturali e musei, tra cui il MEIS, propone lo spettacolo in streaming “We Are Here: Una Celebrazione della Resilienza, la Resistenza e la Speranza” che verrà trasmesso domenica 14 giugno alle 20.00 e si potrà guardare anche sul sito del MEIS.

04/06/2020

Amedeo Spagnoletto è il nuovo direttore del MEIS

​È Amedeo Spagnoletto, romano, 52 anni, il nuovo Direttore del Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS. Spagnoletto, già membro del Comitato scientifico del MEIS, ricoprirà l'incarico per i prossimi quattro anni succedendo al Direttore Simonetta Della Seta.

27/05/2020

Shavuot 5780

​La sera di giovedì 28 maggio inizia la festa di Shavuot che termina il 30 maggio in corrispondenza del 6 e 7 del mese ebraico di Sivan e celebra il momento in cui gli ebrei ricevettero la Torà. Shavuot significa "settimane" e cade esattamente sette settimane dopo Pesach, la festa che ricorda la liberazione degli ebrei dalla schiavitù egiziana. Il periodo tra le due ricorrenze, contrassegnato dal conteggio dell'omer (la benedizione in ricordo della misura d'orzo che si offriva presso l'antico Tempio di Gerusalemme), è vissuto con profondo coinvolgimento e rappresenta una fase di elevazione spirituale in preparazione della rivelazione della Torà.

26/05/2020

Riapriamo il 28 maggio e vi aspettiamo nel Giardino delle domande

​Il Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e della Shoah riapre le sue porte il 28 maggio e vi aspetta nel Giardino delle domande, dove un percorso verde conduce alla scoperta delle regole dell'alimentazione ebraica e delle piante bibliche. Per ricominciare insieme, il MEIS offre uno spazio sicuro e accogliente, in cui poter giocare all'aria aperta, esplorare il giardino didattico dedicato all'alimentazione ebraica, partecipare ai laboratori indirizzati ad adulti e bambini ma anche leggere e passare un po' di tempo con se stessi immersi tra ulivi e melograni, pronti a riconnettersi con la natura: un luogo dinamico, che si trasforma e ospita tutta la cittadinanza. Da luglio verrà inaugurato inoltre un campo estivo per i bambini delle elementari. Non è un caso che il MEIS riapra proprio prima della festa ebraica di Shavuot che ricorda il momento in cui venne data agli ebrei la Torah ed è chiamata anche Hag ha-Qatsir, Festa della mietitura e Yom ha-Bikkurim, Giorno delle primizie: esso era infatti il primo giorno in cui si potevano portare in offerta all'antico Tempio di Gerusalemme le primizie di frumento, orzo, fichi, uva, melagrane, olive e datteri; le sette specie bibliche. Nell'ebraismo la quotidianità è scandita dalla consapevolezza che la Terra e i suoi prodotti non siano di nostra proprietà e che ci si debba comportare con rispetto nei confronti di ciò che ci circonda. Riaprire il Giardino ai visitatori prima di una delle feste ebraiche più importanti durante la quale si celebra il rapporto tra l'uomo e la natura circostante rappresenta quindi un ulteriore simbolo di rinascita.

11/05/2020

Lag Ba'omer 5780

Dal secondo giorno di Pesach alla festa ebraica di Shavuoth trascorrono esattamente sette settimane. In questo lasso di tempo, i giorni vengono scanditi dalla conta dell'omer, la benedizione in ricordo della misura d'orzo che si offriva presso l'antico Tempio di Gerusalemme. Questo periodo è contrassegnato dal nutrimento della spiritualità di ognuno e conduce gradualmente dalla festa della libertà del popolo ebraico, Pesach, a quella della rivelazione della Torah, Shavuoth.

30/04/2020

Partigiani, italiani, ebrei, i ragazzi della resistenza

Erano dei ragazzi. Studiavano all'università, alcuni sedevano ancora sui banchi di scuola. Intessevano amori epistolari, scrivevano racconti, uscivano con gli amici. Nel 1938 con le leggi razziali erano stati alienati dalla società, espulsi dall'università e dalla scuola, cancellati dalla vita pubblica.

29/04/2020

Il bando della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia

​La Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia Onlus (FBCEI) bandisce un concorso per una borsa di ricerca per la redazione di un lavoro originale su opere architettoniche, arredi, manufatti e prodotti della cultura ebraica nell’Italia dal tardo Medioevo al XX secolo.

07/04/2020

Pesach 5780 la lunga strada verso la libertà

​Nella notte tra il 14 e il 15 del mese di Nissan (quest'anno coincidente con l'8 aprile, dopo il tramonto), inizia Pesach, una delle feste più importanti e ricche di significati dell'ebraismo.

03/04/2020

Ferrara ebraica è online

​Il Museo Nazionale dell'Ebraismo Italiano e la Shoah è temporaneamente chiuso a causa dell'emergenza Coronavirus. Nonostante ciò, il MEIS continua a diffondere conoscenza sull'ebraismo italiano, la sua storia e la sua cultura. L'ultima mostra "Ferrara ebraica" dedicata ad una delle più importanti e più antiche comunità ebraiche è ora online.

Questo sito usa i cookie per fornire parte dei suoi servizi, per maggiori informazioni sui cookie clicca qui, continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.