Meis, apertura straordinaria. Concerto per Veneziani

Stefano Lolli

RUOTA attorno alla figura carismatica di Vittore Veneziani, il programma del Giorno della Memoria, che culmina domani alle 21, al Ridotto del Comunale, in un omaggio al maestro e compositore, che nel 1921 venne chiamato da Toscanini a dirigere il coro della Scala. Figlio di un commerciante ebreo (Felice), attivo in via Vignatagliata in pieno ghetto, Veneziani dovette abbandonare la Scala nel 1938, a seguito della promulgazione delle leggi razziali. Rientrato in Italia alla fine della guerra, riprese il suo posto alla Scala per quasi dieci anni, prima di tornare a Ferrara dove, tre anni prima della morte, contribuì alla costituzione dell’Accademia corale che oggi porta il suo nome. E sarà proprio l’ensemble diretto da Maria Elena Mazzella, coadiuvato dall’Officina Musicae Vittore Veneziani, a eseguire composizioni, forse mai eseguite, del compositore. «Un programma vario e interessante – spiega Maria Elena Mazzella, direttrice della Veneziani –: due composizioni, su testi del Petrarca, provengono dalla Raccolta per coro a voci sole. Seguirà una suite di sette brani per coro, su testi del poeta istriano Tusinic. Il pubblico potrà apprezzare la qualità e la ricchezza della produzione di Veneziani». Il concerto sarà concluso dall’esecuzione di cori d’opera di Giuseppe Verdi. La serata, promossa dal Teatro Comunale e dall’Istituto di Storia Contemporanea con il patrocinio del Teatro alla Scala, del Meis e del Comando provinciale della Guardia di Finanza, si aprirà con la presentazione della vita e dell’opera del maestro, attraverso una sorta di ‘intervista impossibile’, scritta da Piero Stefani e interpretata da Magda Iazzetta e Fabio Mangolini. La giornata di domani, però, si impernia sull’attività del Museo nazionale dellEbraismo italiano e della Shoah, che per l’occasione effettuerà un’apertura straordinaria (dalle 10 alle 18) con visite guidate del percorso espositivo permanente e della mostra di Dani Karavan: partenza fissa alle 11 e alle 15 (per gli adulti, biglietto d’ingresso più visita guidata a 5 euro). In programma anche due presentazioni di libri, a ingresso gratuito. Alle 10, nel bookshop del museo di via Piangipane 81, Simon Levis Sullam parlerà del sio ‘1938. Storia, racconto, memoria’, che raccoglie 13 racconti ispirati da documenti ed eventi reali, legati alla persecuzione dei diritti perpetrata dal regime fascista. Alle 16, sempre al Meis, dialogo intorno a ‘Etty Hillesum. Osare Dio’. Nell’antologia, edita da Cittadella, dei testi della scrittrice olandese, deportata e uccisa ad Auschwitz a soli 29 anni, parleranno il monaco camaldolese Alessandro Barban e Carlo Dall’Acqua.

Altri contenuti

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

Sabato 9 marzo alle 11.30 in occasione della Giornata Internazionale della Donna vi aspettiamo al museo (via Piangipane, 81) per la visita guidata tematica “Le donne del MEIS”.  A partire dal Medioevo, vi racconteremo una selezione di storie al femminile che si celano negli ambienti del museo più inaspettati : dalla dottoressa siciliana del 1300 Virdimura alla partigiana Matilde Bassani (che venne incarcerata proprio nell’allora […]
6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

In concomitanza con la Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo alle 17.30 al bookshop del MEIS (via Piangipane 81) si terrà l’incontro “Aggiustare il mondo/Tikkun Olam. Tre storie di Giusti tra le Nazioni”. A partire dal concetto ebraico del Tikkun Olam – che richiama alla missione di perfezionamento e di riparazione del mondo a cui sono chiamati le donne e […]
15 febbraio 2024, evento online

15 febbraio 2024, evento online

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi storie e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]
13 febbraio – Evento al MEISHOP

13 febbraio – Evento al MEISHOP

“Tre cose non hanno limiti: la preghiera, la giustizia e lo studio” è scritto nel Talmud. L’educazione oggi è ancora lo strumento principale di crescita personale e di uguaglianza sociale? Qual è l’approccio ebraico alla formazione dei cittadini? Il progetto dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in collaborazione con il MEIS, dedicato all’Articolo 3 della Costituzione Italiana, […]
6 febbraio – Evento a Torino

6 febbraio – Evento a Torino

“Case di vita” continua a viaggiare per l’Italia. Dopo Roma, Venezia, Firenze e Milano, il volume del catalogo curato da Andrea Morpurgo e Amedeo Spagnoletto  e dedicato all’evoluzione nel tempo e dello spazio delle sinagoghe e dei cimiteri italiani, verrà presentato a Torino il 6 febbraio alle 17 presso la Biblioteca Centrale di Ingegneria (Corso Duca degli Abruzzi, 24) […]