Costa con la metropolitana. Fondi per l’idrovia ferrarese

Destinazione Emilia-Romagna. Dalla Riviera all’Appenino, dalle città d’arte al Wellness, passando per la Food e la Motor Valley: l’Emilia-Romagna si conferma sempre più meta turistica, con un valore del settore che supera l’11% del Pil regionale. Il tour per un confronto a tutto campo sulle prospettive del settore turistico ha fatto tappa ieri a Ferrara al Meis ed ha coinvolto operatori privati e pubblici del settore.

FERRARA E LA QUOTA 500MILA

Per il vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto, che ha condotto l’incontro tra gli operatori e l’assessore regionale Andrea Corsini, «dal 2012 Ferrara cresce come numero di presenze turistiche. Non abbiamo ancora raggiunto l’obiettivo dei 500mila pernottamenti assestandoci attorno alle 480mila presenze, ma possiamo dirci soddisfatti, Ferrara non è come altre città polo di attrazione mondiale e la presenza di vacanzieri mordi e fuggi non si trasformerà mai in vero turismo». Abbiamo una “rete museal” e da far invidia a qualunque capitale europea. Dal 2021 dovremo lavorare poi sulla diversificazione delle proposte e sull’allungamento della permanenza media. Il Meis ad esempio non dev’essere la terza meta da visitare a Ferrara dopo il Castello e Palazzo Diamanti, ma deve contribuire a far vincere la concorrenza delle città vicine».

RIQUALIFICAZIONE DISTRETTO TURISTICO

Corsini, dopo aver registrato i numerosi interventi provenienti in maggior parte da operatori privati, ha messo in fila i temi più importanti che dovranno essere affrontati già dal prossimo anno: «Nelle prossime settimane vareremo due misure importanti, sottolinea l’assessore Regionale, per Comacchio, diventerà operativa la legge sulla riqualificazione del distretto turistico della costa in cooperazione con i privati che parteciperanno a bandi per la competitività ferrarese sul piano dell’internazionalizzazione agendo sui temi strutturali; per le imprese private attraverso una convenzione con Cassa Depositi e Prestiti per oltre 20 milioni di euro si potrà sostenere progetti di riqualificazione urbana».

DIRETTIVA BOLKENSTEIN

Una presa di posizione netta sulla direttiva Bolkenstein in attesa «che il Governo decida cosa fare e la smetta di giocare sulla pelle dei concessionari”, altrimenti la Regione si farà carico di approvare una legge che metterà tranquillità al settore. «Sulle infrastrutture – sottolinea Corsini– la Regione crede nella Cispadana come collegamento indispensabile per una crescita del settore produttivo. In attesa della nuova redistribuzione dei fondi strutturali europei 2021/28, la regione inoltre darà il via alla progettazione di una “linea metropolitana di costa” che colleghi Rimini ai Lidi Ferraresi e per questa opera chiede già da ora agli operatori di prepararsi per avanzare proposte e indicazioni utili». Sul tema dell’Idrovia Ferrarese, l’assessore regionale anticipa quella che è l’intenzione della Giunta Regionale di mettere a bando finanziamenti per circa 10milioni.

PROMOZIONE D EL TERRITORIO

Ultimo ma non per importanza il tema della promozione. Corsini parla del 2019 come dell’anno dei “grandi progetti di promozione e per Ferrara anticipa tre progetti speciali a 360gradi: Meis, Ferrara città dei musei e della cultura e un progetto per Cento incentrato sul Carnevale e sulla figura del Guercino.

Lauro Casoni

Altri contenuti

Viaggio alla scoperta del Piemonte ebraico

Viaggio alla scoperta del Piemonte ebraico

Il MEIS vi invita ad un viaggio esclusivo alla scoperta della cucina e dei luoghi ebraici. Un itinerario inedito per visitare le meraviglie d’Italia sotto una nuova prospettiva. Quest’anno il viaggio è attraverso il Piemonte ebraico: un percorso che toccherà Torino, Carmagnola, Saluzzo, Mondovì e Casale Monferrato. PROGRAMMA MARTEDI’ 21 MAGGIO 2024 11.00: Punto di […]
9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

Sabato 9 marzo alle 11.30 in occasione della Giornata Internazionale della Donna vi aspettiamo al museo (via Piangipane, 81) per la visita guidata tematica “Le donne del MEIS”.  A partire dal Medioevo, vi racconteremo una selezione di storie al femminile che si celano negli ambienti del museo più inaspettati : dalla dottoressa siciliana del 1300 Virdimura alla partigiana Matilde Bassani (che venne incarcerata proprio nell’allora […]
6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

In concomitanza con la Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo alle 17.30 al bookshop del MEIS (via Piangipane 81) si terrà l’incontro “Aggiustare il mondo/Tikkun Olam. Tre storie di Giusti tra le Nazioni”. A partire dal concetto ebraico del Tikkun Olam – che richiama alla missione di perfezionamento e di riparazione del mondo a cui sono chiamati le donne e […]
15 febbraio 2024, evento online

15 febbraio 2024, evento online

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi storie e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]
13 febbraio – Evento al MEISHOP

13 febbraio – Evento al MEISHOP

“Tre cose non hanno limiti: la preghiera, la giustizia e lo studio” è scritto nel Talmud. L’educazione oggi è ancora lo strumento principale di crescita personale e di uguaglianza sociale? Qual è l’approccio ebraico alla formazione dei cittadini? Il progetto dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in collaborazione con il MEIS, dedicato all’Articolo 3 della Costituzione Italiana, […]