Arriva il Festival dei cori ebraici. «Il canto ha accompagnato la storia»

CONOSCERE, scoprire, capire la città attraverso il canto e la musica. Sette gruppi corali per la settima edizione del Festival dei cori ebraici europei, manifestazione che quest’anno sarà ospitata a Ferrara dal 26 fino a domenica 30 giugno. Un evento che ha girato già mezza Europa, nelle passate edizioni e che ha scaturito un «enorme interesse, che ha reso possibile che questo festival diventasse itinerante – spiega Richard Di Castro, presidente del coro Ha-Kol di Roma –, partendo da Londra nel 2012, poi a Vienna nel 2013, a Roma nel 2014, e poi San Pietroburgo, Leopoli e ora a Ferrara, grazie alla collaborazione del Meis, della comunità ebraica, del teatro Comunale e del Comune». E ora sbarca anche a Ferrara. Sinagoghe, luoghi religiosi e teatri di prestigio, la possibilità di interagire con il tessuto cittadino che la ospita è il cuore della manifestazione, ancor più in una delle città storicamente con le più forti connessioni ebraiche di Italia. «Quelli ospitati sono tutti cori amatoriali – continua Di Castro – e il festival esiste perché per gli ebrei la musica è d’importanza fondamentale, da sempre è stato usato il canto nei momenti di gioia e di mestizia, persino nei momenti tragici della loro storia hanno scritto e composto musica, suonato e cantato». Sarà «un incontro di coristi provenienti da culture e tradizioni diverse, non solo accomunate da stessa religione, ma nel trovarsi ogni volta in un contesto nuovo».

Per Simonetta Della Seta, direttrice del museo Meis, «sarà un’occasione davvero unica con cui saluteremo con la musica ebraica l’inizio dell’estate» anticipando la prossima tappa della manifestazione, che sarà a Gerusalemme.

DURANTE il festival si potranno ascoltare le musiche liturgiche della vita quotidiana ebraica, canti della tradizione sephardita e di quella askenazita, ma anche arrangiamenti e composizioni contemporanei. Organizzate dal Coro Ha-Kol, presieduto da Richard Di Castro, e da Jewish International Association, a Ferrara arriveranno, oltre allo stesso Coro Ha-Kol di Roma, le ‘carovane’ dei coristi viennesi del Wiener Judischer Chor, de Les Polyphonies Hebraiques de Strasbourg, dell’Ensemble Choral Copernic di Parigi, di The Zemel Choir di Londra e del gruppo Shtrudl-Band di Leopoli, ciascuno con la propria tradizione musicale, giovedì 27 alle 20 e venerdì 28 alle 17.30 al teatro Comunale Abbado. Ospite del concerto di gala del 30 giugno alle 20,30 sarà l’Accademia corale Vittore Veneziani.

Un appuntamento «importante per la comunità ebraica e per la città di Ferrara, dove la tradizione ebraica è millenaria», specifica il nuovo presidente Fortunato Arbib, al quale si accoda Dario Favretti, direttore artistico di Ferrara Musica: «Ferrara è il luogo ideale per il festival dei cori ebraici, ci sono forti elementi d’interesse e affinità spirituale, perché da tempo la città è sede di cori amatoriali; c’è anche un grosso debito di riconoscenza con la comunità ebraica, per la grande lungimiranza dell’ebreo Renzo Bonfiglioli, che realizzò una forma di supplenza istituzionale dando vita a dieci edizioni concertistiche. Se è diventata ‘la città di Abbado’ lo dobbiamo anche a lui».

Anja Rossi

Altri contenuti

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

9 marzo, visita guidata “Le donne del MEIS”

Sabato 9 marzo alle 11.30 in occasione della Giornata Internazionale della Donna vi aspettiamo al museo (via Piangipane, 81) per la visita guidata tematica “Le donne del MEIS”.  A partire dal Medioevo, vi racconteremo una selezione di storie al femminile che si celano negli ambienti del museo più inaspettati : dalla dottoressa siciliana del 1300 Virdimura alla partigiana Matilde Bassani (che venne incarcerata proprio nell’allora […]
6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

6 marzo, tre storie di Giusti tra le Nazioni

In concomitanza con la Giornata europea dei Giusti, il 6 marzo alle 17.30 al bookshop del MEIS (via Piangipane 81) si terrà l’incontro “Aggiustare il mondo/Tikkun Olam. Tre storie di Giusti tra le Nazioni”. A partire dal concetto ebraico del Tikkun Olam – che richiama alla missione di perfezionamento e di riparazione del mondo a cui sono chiamati le donne e […]
15 febbraio 2024, evento online

15 febbraio 2024, evento online

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi storie e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]
13 febbraio – Evento al MEISHOP

13 febbraio – Evento al MEISHOP

“Tre cose non hanno limiti: la preghiera, la giustizia e lo studio” è scritto nel Talmud. L’educazione oggi è ancora lo strumento principale di crescita personale e di uguaglianza sociale? Qual è l’approccio ebraico alla formazione dei cittadini? Il progetto dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane in collaborazione con il MEIS, dedicato all’Articolo 3 della Costituzione Italiana, […]
6 febbraio – Evento a Torino

6 febbraio – Evento a Torino

“Case di vita” continua a viaggiare per l’Italia. Dopo Roma, Venezia, Firenze e Milano, il volume del catalogo curato da Andrea Morpurgo e Amedeo Spagnoletto  e dedicato all’evoluzione nel tempo e dello spazio delle sinagoghe e dei cimiteri italiani, verrà presentato a Torino il 6 febbraio alle 17 presso la Biblioteca Centrale di Ingegneria (Corso Duca degli Abruzzi, 24) […]